I 10 migliori attaccanti a parametro zero 2014/2015

Ci siamo, siamo arrivati alla fine di questo lungo viaggio nell’intricata giungla del calciomercato, dove ci siamo industriati in ogni modo per scovare i migliori giocatori con contratto a scadenza giugno 2015, che da gennaio possono essere presi a parametro zero. Tocca, finalmente, agli attaccanti: prendere il bomber da 20 gol a campionato a 0€ non sarebbe troppo male vero?

Ecco la nostra classifica dei migliori attaccanti a parametro zero!

10. DIMITAR BERBATOV

  • Età: 33
  • Squadra: AS Monaco
  • Nazionalità: bulgara

La classe sopraffina di questo meraviglioso attaccante bulgaro non si discute. Assieme alle sue doti fisiche non indifferenti, gli ha aperto palcoscenici molto importanti in carriera. Ora, a 33 anni, qualcosa lo ha lasciato per strada, ma nemmeno troppo. La scorsa stagione 13 gol complessivi, quest’anno già 5. Il carisma e la personalità di questo giocatore ne fanno ancora un calciatore di buon livello, certo, lo stipendio sicuramente non è di quelli abbordabili, però attenzione.

9. MARCO DJURICIN

  • Età: 22
  • Squadra: SK Sturm Graz
  • Nazionalità: austriaca

Come spesso ci è capitato, andiamo a pescare nella florida generazione austriaca che, dalla classe ’91 in giù, offre diversi ottimi talenti. Djuricin, classe ’92, in particolare è una vera punta moderna, rapido, bravo palla al piede, fisicamente prestante e molto bravo nell’attaccare la profondità. Cresciuto nell’Hertha Berlino, è esploso una volta ritornato in patria: 11 gol in 18 presenze per lui in questa stagione allo Sturm Graz. Un mercato, quello austriaco, che in Italia troppo spesso si snobba, ma che produce da alcuni anni a questa parte ottimi giocatori. Sicuramente una scommessa low-cost adatta a una squadra di metà classifica.

8. JOHN GUIDETTI

  • Età: 22
  • Squadra: Celtic Glasgow (in prestito dal Manchester City)
  • Nazionalità: svedese

20 gol con il Feyenoord nella stagione 2011/2012 e subito lo sfortunato appellattivo di “nuovo Ibra” per questo ragazzone svedese. Da lì in poi infortuni a raffica e tanta panchina, anche perché è difficile emergere quando davanti ti comprano Dzeko, Aguero, Jovetic e compagnia cantante. Quest’anno il prestito al Celtic lo sta rilanciando, con 11 gol in 18 presenze. Attaccante completo, molto dotato atleticamente, buon fiuto del gol e discreta tecnica. A giugno il suo contratto andrà ineluttabilmente in scadenza, Guidetti è pronto per essere un protagonista del calcio europeo, se qualcuno vorrà crederci.

7. DANNY INGS

  • Età: 22
  • Squadra: FC Burnley
  • Nazionalità: inglese

Ings è arrivato alla Premier League nella maniera più bella e difficile: conquistandola sul campo grazie ai 21 gol con cui ha trascinato i Clarets nella scorsa stagione di Championship. Gioca con la 10 ma ha molto del 9: corre, lotta su ogni pallone, avvia l’azione e si inserisce in area. Tecnicamente ha margini di miglioramento, ma le doti ci sono tutte. Per lui uno score non trascurabile di 4 gol in 7 presenze con l’U21 inglese. Quest’anno il salto in Premier lo ha un po’ pagato mettendo a segno solo 5 centri, tuttavia per rendimento è stato comunque tra i migliori della sua squadra, tanto che ha attirato su di sé l’interesse di mezza Premier League, nonché del Werder Brema.

6. ARTEM KRAVETS

  • Età: 25
  • Squadra: Dynamo Kyiv
  • Nazionalità: ucraina

Proseguiamo nella nostra classifica con un altro “nuovo…”, precisamente con uno dei tanti “nuovi Shevchenko” che hanno illuso e poi deluso la Dinamo Kiev. Kravets si presenta al mondo del calcio in maniera sontuosa con una meravigliosa doppietta in Coppa UEFA contro il Valencia nel 2008, il primo gol è una sensazionale incursione solitaria che mette in mostra tutta la rapidità e la tecnica di questo talento. Poi, neanche a dirlo, infortuni su infortuni che ne troncano (forse) inesorabilmente lo sviluppo. Il fisico si appesantisce e perde quel guizzo che aveva incantato agli esordi. Forse non del tutto, comunque. Quest’anno ritrova finalmente continuità e risponde presente, mettendo a segno 11 gol in 22 presenze. La tecnica è sempre ottima, la velocità sembra ritrovata, il fiuto del gol se possibile è migliorato: un vero opportunista da area di rigore, per chi ci vuole credere.

5. SEBASTIAN GIOVINCO

  • Età: 27
  • Squadra: Juventus FC
  • Nazionalità: italiana

Ormai è ufficiale l’addio di Giovinco alla Juventus, dopo un avvio di stagione passato quasi esclusivamente in panchina. Inutile dire che l’ex giocatore del Parma nel suo ritorno alla casa madre ha deluso, fornendo in questi 3 anni prestazioni che non giustificano l’alta valutazione economica (quasi 20 milioni) che ne fu fatta all’epoca del suo arrivo. Giocatore forte quando ha spazio per correre, in una grande squadra perde clamorosamente di efficacia dovendo giocare spalle alla porta a causa della scarsa fisicità. Lo vogliono in tanti in Italia, staremo a vedere quale sarà la destinazione.

4. EMMANUEL ADEBAYOR

  • Età: 30
  • Squadra: Tottenham Hotspur
  • Nazionalità: togolese

Carriera di alti e bassi clamorosi quella di Adebayor, che comunque non è troppo in là con gli anni per regalare soddisfazioni alla sua prossima tifoseria. Fisicità straripante e buon controllo di palla sono le armi che hanno consentito a questo ragazzo di vestire alcune tra le maglie più importanti d’Europa. La sua personalità insofferente e impulsiva, tuttavia, ha sempre fatto sì che gli idilli, che i suoi mezzi gli permettevano di costruire, franassero sempre in litigi con tifosi, società, compagni e allenatore. Occhio tuttavia a non darlo per vinto.

3. ARTEM DZYUBA

  • Età: 25
  • Squadra: Spartak Moskva
  • Nazionalità: russa

Eterno comprimario dell’attacco Spartak tutto brasiliano, è salito alla ribalta nella scorsa stagione, dopo il prestito al Rostov terminato con 17 gol e 6 assist e la chiamata della casa madre, che non ci ha pensato due volte a riaccogliere il figliol prodigo. In questa stagione 1 gol ogni 122 minuti per un totale di 7 realizzazioni. Giocatore imponente, fortissimo di testa e impossibile da spostare in area di rigore. Dotato di sufficiente velocità e di buon fiuto del gol: un acquisto importante per chiunque. Vista la crisi del calcio russo, ci sono serie possibilità che lasci la squadra, nonostante abbia dichiarato di voler rinnovare.

2. LUIZ ADRIANO

  • Età: 27
  • Squadra: Shaktar Donetsk
  • Nazionalità: brasiliana

Nello Shaktar brasiliano che abbiamo ammirato negli ultimi anni non è certo il più tecnico o il più elegante, però i gol li mette. 9, quest’anno, solo in Champions League, complici la difesa del modestissimo Bate Borisov e il girone in generale abbordabile. Tuttavia le qualità in zona gol di questo cinico attaccante non si discutono. Luiz Adriano attraversa sicuramente il miglior momento della sua carriera: il miglior momento anche per prenderlo a parametro zero no?

1. ANDRÉ-PIERRE GIGNAC

  • Età: 29
  • Squadra: Olympique de Marseille
  • Nazionalità: francese

Nel Marsiglia incantevole messo su dal “loco” Bielsa, quello che alla fine la butta dentro è lui. L’imperiosa architettura di gioco messa in piedi dal tecnico argentino e dai tanti talenti della squadra ha bisogno di un finalizzatore implacabile, uno che si mangi l’area di rigore come Gignac. Segna in tutti i modi: di destro, di sinistro, di testa, attaccando la profondità, dopo un dribbling, una punta veramente completa e in stato di grazia. Lo vuole letteralmente mezza Europa, e non è pure del tutto accantonata l’ipotesi rinnovo: chiunque lo prenda fa un affare.

Precedente "1984" come un deja vù: e se George Orwell avesse ragione anche sul "Modello inglese"? Successivo Obdulio Varela - "El negro jefé" che conquistò il Maracanã