I 10 migliori portieri a parametro zero

L’anno scorso, per Natale, vi avevamo regalato una serie di articoli in cui ci inoltravamo nella fitta giungla del calciomercato alla ricerca dei migliori giocatori pronti a trasferirsi a parametro zero allo scadere del loro contratto.

Siccome è di nuovo quel periodo dell’anno torniamo con una nuova infornata. Oggi scopriamo insieme i migliori portieri che da gennaio potranno accordarsi a parametro zero con una nuova società.

10. MAURO GOICOECHEA

  • Età: 27
  • Nazionalità: uruguaiana
  • Squadra: Toulouse FC

Qualcuno potrà essere sorpreso da questa inclusione, avendo ancora negli occhi i clamorosi errori del giovane Goicoechea con la maglia per nulla semplice della roma di Zeman addosso. Il portiere uruguagio è finito poi ai rumeni dell’Otelul, dove ha disputato una discreta metà di stagione. In seguito ha ritrovato continuità e prestazioni al piccolo FC Arouca, nella serie B portoghese, riguadagnandosi la chiamata in un grande campionato. Non il futuro campione che Sabatini credeva, Goiocoechea si è ormai attestato in una dimensione intermedia, con ancora alcuni anni per arrivare al massimo delle sue potenzialità.

9. DUSAN KUCIAK

  • Età: 30
  • Nazionalità: slovacca
  • Squadra: Legia Varsavia

Portiere maturo e piuttosto affidabile. Da giovane ha avuto la grande chance in Premier League con il West Ham, tuttavia non è riuscito a sfruttarla a dovere, non registrando alcuna presenza. Grande fisico e buone doti di personalità, ha trovato la sua casa al Legia Varsavia, di cui difende i pali dal 2011. Grande esperienza internazionale, condita pure da 10 partite con la sua nazionale, si è messo in mostra anche in questa Europa League nel girone della Fiorentina.

8. DAVID OUSTED

  • Età: 30
  • Nazionalità: danese
  • Squadra: Vancover Whitecaps

In corsa fino all’ultimo per il titolo di miglior portiere dell’MLS che si sta concludendo in questi giorni, Ousted è poco considerato a livello internazionale solo dato il campionato in cui milita. In questa stagione ha trascinato quasi da solo la sua squadra ai play-off di Conference con la sua personalità, i suoi riflessi, e la sua fisicità prominente, ma agile.

7. OSCAR USTARI

  • Età: 29
  • Nazionalità: argentina/italiana
  • Squadra: Newell’s Old Boys

Uno dei tanti fenomeni scritti, il cui copione è però andato diversamente. Oscar Ustari, a 29 anni ha avuto le sue possibilità in Europa, le ha sprecate e si è già lasciato tutto alle spalle. Tornato in Argentina per lui c’è stata un’esperienza luci ed ombre al Boca e poi il passaggio al Newell’s che sapeva di ultima spiaggia. Qui tutto sommato ha fatto il suo, portando a casa ben 14 clean sheet su 36 partite nella stagione appena conclusasi. Si tratta di un portiere dalla struttura tutt’altro che imponente, che però compensa con doti da “gatto” tra i pali e buona attitudine al gioco coi piedi. Forse un’altra occasione in Europa potrebbe ritargliarsela.

6. CASSIO RAMOS

  • Età: 28
  • Nazionalità: brasiliana
  • Squadra: SC Corinthians

La sua chance in Europa, Cassio l’ha avuta anche troppo presto. Arriva al PSV Eindovhen dal Grémio, a vent’anni. Un prestito allo Sparta e qualche difficoltà di ambientamento, che si traducono in tantissima tribuna. Svincolato dal club olandese nel 2011 trova nel Corinthians la sua casa. Il suo metro e 95 blinda la porta del Timao con riflessi che non attribuireste a un portiere di quel fisico. Gioca con intraprendenza ed è sempre pronto ad aggredire il pallone quando transita dalle sue parti.

5. FEDERICO MARCHETTI

 

  • Età: 32
  • Nazionalità: italiana
  • Squadra: SSL Lazio

Marchetti ha avuto una carriera fatta di alti e bassi, con tanti infortuni ha condizionarne lo sviluppo. Superata la soglia dei trent’anni la sua crescita si è forse leggermente arrestata. Il suo posto alla Lazio non è in discussione, ma raramente si è dimostrato determinante ai fini della conquista del risultato come invece riusciva a fare negli scorsi anni. Per ora la sua permanenza sembra solo una formalità, ma di rinnovo se ne parla da mesi e ancora nulla è stato annunciato…

4. MOUEZ HASSEN

 

  • Età: 20
  • Nazionalità: francese/tunisina
  • Squadra: OGC Nice

Giovanissimo portiere che il Nizza aveva lanciato già nella scorsa stagione e che, ad oggi, è uno dei nomi in rampa di lancio per il futuro del ruolo nel panorama europeo. Struttura ben piazzata ma non pesante, gli manca ancora qualcosa dal punto di vista tecnico. Quello che però conta è la sua personalità, la facilità con cui esce dalla porta, comanda l’area, gioca palla coi piedi; tutte caratteristiche che chi ricerca nuovi portieri tiene ai primi posti.

3. EMILIANO VIVIANO

  • Età: 29
  • Nazionalità: Italiana
  • Squadra: Sampdoria

Non sarà il craque che poteva sembrare essere al momento del trasferimento all’Arsenal, ma Viviano, al netto degli infortuni, è sicuramente un ottimo portiere. Tra i pali fortissimo, bravo nel tenere l’area, poco moderno forse nel modo di partecipare al gioco con la squadra, piedi e letture sono quello che sono. Rinnovo ancora probabile, ma mai dire mai.

2. STEVE MANDANDA

  • Età: 30
  • Nazionalità: Francese
  • Squadra: Olympique Marseille

Portiere di grande personalità ed esperienza, avendo cominciato a giocare da titolare nel lontano 2005 a Le Havre, da sempre florida fucina di titolari per la Ligue 1. Davvero pochi difetti per quello che a Marsiglia è ormai diventato un idolo, tanto che fa quasi strano il fatto che, nelle ultime stagioni, sia sempre stato accostato a top club esteri. Da Marsiglia l’anno scorso sono partiti in tanti, anche a zero, non sarebbe una novità per l’OM.

1. SAMIR HANDANOVIC

  • Età:31
  • Nazionalità: slovena
  • Squadra: FC Inter

Non scopriamo certo Handanovic oggi, da più di qualche anno tra i migliori portieri del mondo, giocatore completo, con doti mentali davvero spiccate. Per il rinnovo l’Inter si è già mossa; e ci mancherebbe altro. A inizio novembre alcune testate l’hanno pure annunciato in pompa magna, tuttavia per ora tutto tace…

Precedente 5 carie, 3 denti devitalizzati, ma di Volpi e Poggi neanche l’ombra! Successivo Nessun allenatore nasce imparato o Pep Guardiola